La cessione del quinto

La cessione del quinto pensioniLa cessione del quinto rappresenta un tipo di finanziamento che permette ai pensionati, ma non solo, di poter avere una liquidità che consenta loro di affrontare delle spese più o meno elevate che con la sola pensione non potrebbero di certo affrontare.
Ecco in cosa consiste la cessione del quinto e tutto quello che bisogna sapere.

La cessione del quinto della pensione: di cosa si parla

La cessione del quinti della pensione è un tipo di finanziamento che deve essere preso in considerazione nel momento in cui il pensionato deve affrontare un tipo di spesa come potrebbe essere l'acquisto di un nuovo veicolo oppure la ristrutturazione della casa.
Questo genere di finanziamento si basa su un principio molto semplice: esso consiste in rate che sono pari ad un quinto della propria pensione, dettaglio che consente quindi di avere una rata ben precisa che non subisce delle grosse variazioni nel corso della sua lunghezza.
Per fare un esempio pratico la cessione del quinto di una pensione, su mille euro, risulta essere caratterizzato da un prestito la cui rata da restituire sarà pari a circa duecento euro.
Tale somma di denaro deriva da un calcolo matematico basilare ovvero 1000/5=200, che moltiplicato per uno non apporta alcun tipo di modifica all'importo stesso.
Ogni pensionato potrà quindi essere sicuro di poter conoscere l'esatto importo della rata del finanziamento che ha richiesto, il quale avrà una durata più o meno lunga in base ad alcuni dati importanti che vengono presi in considerazione.

Richiedi informazioni

  


Come avviene la restituzione del finanziamento

Particolare attenzione alle modalità di restituzione del finanziamento cessione del quinto dei pensionati.
Esso, nella maggior parte dei casi, avviene in maniera automatica, senza che lo stesso pensionato debba recarsi in banca o alla Posta ad effettuare il pagamento del bollettino.
L'ente che eroga il finanziamento avrà infatti accesso alla pensione del richiedente e preleverà la somma di denaro pattuita dal contratto, alla quale va aggiunta gli interessi secondo il tasso che viene applicato alla stessa tipologia di finanziamento.
Pertanto, mensilmente, il pensionato si ritroverà con un redditto ridotto di un quinto proprio in quanto esso deve essere obbligatoriamente restituito all'ente di credito che ha accolto la richiesta dello stesso pensionato ed ha deciso di erogare il suddetto finanziamento.
Si tratta dunque di un prestito molto diffuso la cui modalità di funzionamento risulta essere abbastanza semplice da comprendere e applicare.

Requisiti e importi massimi

Occorre anche fare una precisazione per quanto riguarda i requisiti che devono essere presenti e conseguiti dal pensionato e l'importo massimo che potrà essere erogato allo stesso.
Per quanto riguarda i requisiti fondamentali, il pensionato non deve avere un'età superiore agli ottantacinque anni.
Esso risulta però essere un dato variabile, ovvero alcuni enti potrebbero proporre una soglia massima superiore rispetto a quella che viene proposta da un altro ente, che invece decide di abbassare ad ottanta l'età massima di richiesta del finanziamento o soglia di restituzione.
In base all'età anagrafica del pensionato sarà dunque possibile stabilire quello che sarà il tetto massimo del finanziamento, il quale deve ovviamente basarsi anche sulla pensione che viene percepita proprio dal pensionato.
Questo significa che vengono effettuati dei calcoli abbastanza semplici che consentono di avere un quadro generale su importo e durata del finanziamento: un pensionato di sessantacinque anni con redditto netto mensile pari a mille euro potrà richiedere un finanziamento con tetto massimo superiore rispetto un settantenne con pensione che non supera gli ottocento euro netti al mese.
Altro requisito fondamentale è il cedolino pensionistico, documento che viene attentamente analizzato dall'ente e che consente appunto di poter effettivamente effettuare tutte i vari calcoli sulla pensione e sul finanziamento da erogare.
Il pensionato dovrà fornire i documenti d'identità per poter richiedere il suddetto finanziamento in maniera precisa e corretta.
Grazie a questa semplice procedura sarà possibile, per un pensionato, accedere a quel credito senza che possano sorgere dei problemi, a patto che questi particolari tipi di requisiti siano rispettati e venga fornita tutta la documentazione utile per poter richiedere lo stesso finanziamento.

La consulenza di CDQ Pensioni

I pensionati che necessitano di una consulenza che permetta loro di poter effettivamente conoscere gli importi massimi di finanziamento e restituzione della cessione del quinto potranno fare affidamento su CDQ Pensioni che, grazie ai suoi addetti, sarà in grado di effettuare una simulazione del prestito in base alle richieste che vengono effettuate dai vari pensionati, che potranno dunque essere completamente informati sulla cessione del quinto senza che vi possano essere complicazioni varie.
Con l'intervento di questo ente un pensionato avrà ben chiaro il piano del finanziamento che andrà a richiedere, visto che mediante la consulenza scoprirà l'importo massimo richiedibile, la durata della restituzione e l'importo preciso, compreso di interessi, delle rate che mensilemente dovrà pagare.

Queste sono tutte le informazioni che riguarda la cessione del quinto che potrà essere richiesta da parte di un pensionato che necessita di liquidità in lassi di tempo immediati.